Il mio mondo di libri...

Sono stata a Macondo la prima volta quando avevo 13 anni a fianco del colonello Aureliano Buendia mentre suo padre gli faceva scoprire il ghiaccio, sono stata una serva accanto a Eva Luna, ho vissuto l'uccisione di Santiago Nasar,ho amato ai tempi del colera, eseguito autopsie al fianco di Kay Scarpetta mangiato le madeleine di Proust, ingoiato la punteggiatura con Joyce, amato, odiato, respirato i miei libri, ho vissuto qui e altrove........Non potrei vivere altrimenti senza una storia che mi allieti il sonno, senza l'odore della carta appena stampata, senza la gioia che mi assale quando trovo un libro in cui entrare.........E allo stesso tempo vivo davvero, non fraintendere, ma ho qualcosa in piu nella mia borsa, sul mio comodino, nella mia anima....

domenica, dicembre 16, 2007

Betty Smith - Un albero cresce a Brooklyn

Immagine di Un albero cresce a Brooklyn
...L'ho appena finito, l'ho letto molto lentamente gustandomi ogni riga, sfiorando le pagine fin troppo fragili, ho cercato di memorizzare dei passaggi, li ho letti e riletti, e ora mi sembra di essere tornata da un viaggio con una valigia piena di ricordi...
Un albero cresce a Brooklyn è uno dei libri più belli che io abbia mai letto...sono cresciuta accanto a Francie, spiandola mentre diventa donna, ho ricacciato indietro le lacrime con lei, ingoiato le umiliazioni e vinto la paura trasformando la realtà in un brutto sogno...
E anche nel freddo di questo inverno ho sentito il calore della stufa dei Nolan...
Buona lettura, non ve ne pentirete.

2 commenti:

  1. amanda gris17/12/07, 13:34

    Lo inserirò nella lista dei desideri di anobii

    RispondiElimina
  2. anche io lo voglio leggere da una vita, da così tanto tempo che me lo ero scrodato! grazie per avermelo riportato alla memoria!
    ho visto che stai leggendo "a neve ferma" di S. Bertola, non vedo l'ora di sapere chen e pensi, io per ora ho letto Biscotti e Sospetti e non so se andare avanti o meno con questa autrice.

    RispondiElimina